Il progetto

Corte Alfieri è il progetto di valorizzazione di uno storico palazzo del centro di Torino.

BNP Paribas REIM Sgr p.A. – Fondo Alloro ha scelto di investire nella città con un intervento di riqualificazione curato dallo studio torinese degli architetti Baietto Battiato Bianco, vincitori di un concorso ad inviti. La commercializzazione è affidata a IPI Intermediazione di Torino.

Logo BNP
Logo BBB
Logo IPI

L’edificio appartiene al nucleo di costruzione ottocentesca della città, definito da una maglia urbana di grande qualità e connotazione architettonica: trame ortogonali di isolati e corti scandite da eleganti impaginati di facciata caratterizzano le principali vie intorno al centro storico. L’isolato compreso fra via Alfieri, via San Francesco d’Assisi e via Prati è uno di quelli dove emergono ancora i caratteri architettonici e insediativi propri della città storica.

Corte Alfieri di giorno Corte Alfieri di notte

Il recupero

I progettisti hanno previsto un radicale ed elegante intervento di valorizzazione e rifunzionalizzazione dell’edificio storico, dalle filigrane degli impaginati di facciata all’equilibrio fra i corpi di fabbrica, con distribuzioni sospese fra i rigori della struttura muraria e la memoria dei ballatoi. La destinazione è residenziale, anche al piano terra, con alcune porzioni commerciali.

Una corte interna completamente ridisegnata propone l’immagine di una scena di un teatro, sulla quale si affacciano i “palchi” - balconi dei diversi livelli: esili strutture verticali collegano i diversi piani, serrando il ritmo verso gli spigoli. La pavimentazione della corte è caratterizzata da un disegno a fasce, in pietra di Luserna, che riprende la trama dei pieni e dei vuoti del piano terra, con una porzione centrale a verde. Lungo le linee individuate dalle diverse fasce, la superficie si modella, ora a creare occasioni di seduta, ora ad ospitare alberi di media taglia. Le sedute insistono sulla porzione pavimentata e offrono occasioni di relazione all’aperto.

Salotto interno

Il progetto

Il progetto interessa una superficie complessiva di circa 7.000mq su sei piani fuori terra, per un totale di circa sessantacinque unità abitative, di diverse dimensioni, spazi comuni e autorimesse. Il principio assunto nella trasformazione è la valorizzazione dell’organismo edilizio esistente, sia rispetto ai suoi caratteri costitutivi, sia rispetto alla vocazione dei diversi corpi di fabbrica.

Download flyer

La soluzione prevede la conservazione dell’involucro esterno e il rifacimento del fronte interno con la sostituzione dei ballatoi e la riproposizione di balconi di maggiore profondità, oltre ad un rinnovato disegno dei parapetti e della struttura dei balconi stessi. I caratteri distributivi proposti, pur nel rispetto della struttura dell’edificio, permettono un buona flessibilità nel taglio degli appartamenti, per poter modulare le superfici delle unità abitative secondo le diverse esigenze del mercato. Si va dall'unità small, passando per unità medium, fino ad appartamenti large.

Interior design

Storia e contemporaneità dialogano con le proposte di interior design di Milano Contract District: ogni dettaglio è studiato con cura e attenzione, i migliori materiali e le migliori tecniche costruttive, i migliori fornitori. Un attento progetto degli interni trasforma il palazzo in una residenza contemporanea ed elegante.

Logo Milano Contract District
Libreria e sedia di interior design
Tavolo del soggiorno
lavandino di design
Televisione e tavolino

Corte Alfieri è un connubio tra conservazione e innovazione.
Corte Alfieri è appunto “contemporary elegance”.